Gradi e livelli di sicurezza

Un buon sistema antintrusione è il primo passo verso la sicurezza e inizia dal perimetro degli edifici: abitazioni, capannoni, cantieri, negozi…etc. Rilevare il tentativo di intrusione precocemente consente di garantire una maggiore protezione delle persone e delle cose.

Nessuno meglio di noi stessi può immaginare il tipo di rischio a cui siamo esposti. Nel 98% dei casi nessuno di noi ritiene che i nostri beni siano a rischio di un furto su commissione. Vediamo quindi quali sono i gradi e livelli di sicurezza e con quale di questi identificarsi.

Naturalmente quanto segue è estremamente semplificato, senza prendere in considerazione definizioni tecniche sugli apparati, per spiegare come è realizzato un Sistema di Sicurezza.

 

Il grado di sicurezza è stabilito dalla norma CEI79-3

Grado di sicurezza 1: Rischio Minimo.
Tentativi di furto per lo più realizzati in modo occasionale senza pianificazione e strumenti. La classica “occasione che fa l’uomo ladro”.

Grado di sicurezza 2: Rischio Basso.
Tentativi di furto realizzati con premeditazione senza grandi conoscenze dei sistemi di sicurezza e attrezzatura per lo più per lo scasso.

Grado di sicurezza 3: Rischio Medio.
Tentativi di furto con premeditazione e pianificazione, con conoscenze sui sistemi di sicurezza e attrezzature specifiche.

Grado di sicurezza 4: Rischio Alto.
Tentativi di furto con competenza del sistema, intrusi organizzati, esperti in sistemi di allarme, con attrezzatura specifica per violare i sistemi di sicurezza.

I livelli di sicurezza a differenza dei gradi appena visti, vengono stabiliti dall’azienda installatrice in base ai propri criteri maturati in anni di esperienza nel settore della sicurezza. Le successive rappresentazioni grafica sono puramente indicative e create a titolo di esempio.

LIVELLO DI SICUREZZA 1

Protezione volumetrica degli ambienti

La protezione volumetrica viene realizzati con appositi sensori in grado di percepire il movimento nell’ambiente. Quando il sensore rileva un movimento in una determinata stanza lo comunica alla centrale che, se inserita, farà scattare l’allarme.

PRODefinire un vero e proprio aspetto positivo di questo sistema non è semplice in quanto la protezione fornita è veramente bassa.
CONTRO – Il sistema “scatta” quando l’intruso è già all’interno dell’abitazione, mettendo a rischio le persone se presenti. Il sistema NON è inseribile di notte, o meglio, è vivamente consigliato di non inserirlo, perché chiunque durante la notte va in bagno o a bersi un bicchiere d’acqua farà scattare l’allarme.

LIVELLO DI SICUREZZA 2

Protezione perimetrale dei varchi

La protezione perimetrale, in gergo tecnico, chiamato “Anello Perimetrale” viene realizzata proteggendo tutte quelle aperture, quindi porte, finestre, porte finestre e tutti varchi che danno accesso ai locali dell’abitazione. L’attivazione del sensore, sia queto di apertura, scasso o altro tipo genera l’allarme istantaneo.

 

PRO – L’impianto è inseribile di notte durante la quale è possibile muoversi liberamente nei locali. Quando il sistema “scatta” l’intruso è ancora fuori dall’abitazione.
CONTRO – Se il sistema viene inserito lasciando un infisso aperto l’intruso avrà semplificata la possibilità di accedere ai locali senza generare alcuna segnalazione di allarme.

Il Doppio Anello Perimetrale

In questo contesto spesso si adotta il “Doppio Anello Perimetrale” che consiste nella protezione sia dell’infisso interno (es: finestra) sia di quello esterno (es: persiana o avvolgibile). Va da sé che l’aspetto CONTRO sopra citato è parzialmente ridotto se non consideriamo che potrebbe accadere che con la persiana lasciata aperta l’intruso rompe il vetro, passando attraverso e non aprendo la finestra ha accesso ai locali.

LIVELLO DI SICUREZZA 3

Protezione totale

La protezione totale, integra sia la protezione perimetrale (Livello 2) che quella volumetrica (Livello 1).
Il livello può esser aumentato integrando alla protezione perimetrale il “Doppio Anello” come descritto sopra.

 

PROSistema inseribile anche di notte previa esclusione automatica dei sensori volumetrici permettendo di muoversi in casa liberamente.
CONTRO – I contro sono praticamente inesistenti

LIVELLO DI SICUREZZA 4

Protezione totale con protezione esterna

Questo livello si integra con i livelli sino ad ora citati ottenendo la massima protezione in abbinamento alla Protezione Totale. La Protezione Esterna viene realizzata con sensori in grado di lavorare all’aperto e rilevare intrusioni in cortili, giardini e comunque aree limitrofe alla proprietà. I sensori utilizzati sono in genere PET IMMUNITY cioè non rilevano animali di piccola taglia come un gatto o un cane medio/piccolo.

 

 

 PROMassima protezione ottenibile (con la Protezione Totale), massima flessibilità nell’impiego del sistema di sicurezza, massima aderenza alle necessità del cliente. La protezione utilizza sensori che possono coprire una area (volumetrici) o creare una sorta di barriera invisibile (tenda).
CONTROOccorre una attenta analisi per il posizionamento dei sensori per evitare che la protezione sia compromessa da oggetti quali vegetazione, costruzioni o altro.

 

Stai cercando una soluzione per proteggere i tuoi beni e i tuoi cari?

Chiamaci al 335 6747845 o invia una richiesta compilando il form, tirisponderemo entro 24 h.

 

Trattamento dei dati

8 + 14 =